Monthly: September 2014

GIVAL – Antica Fabbrica Siciliana

Gival is one of the most famous Italian jewellery factories whose long family tradition goes back to the end of the 19th century and whose reputation has been maintained by the careful preservation of the goldsmith tradition and a strong passion for jewellery passed down through the generations.
Gival is best known for its collections in 18kt gold with diamonds and precious stones: sapphires, emeralds, rubies, aquamarine, morganite, tanzanite, tourmaline etc. Our jewels are always the result of an inseparable union: authentic craftsmanship and constant attention to trends in the world of precious pieces. And, this is what makes each Gival piece unique and exclusive.
For decades, we have been exporting our collections to many parts of the world, playing an important role in international markets with a significant contribution to the spread of Italian gold craftmanship and the “Made in Italy” stamp.

INFO »

Castello San Marco

This princely baroque House of late’600, has re-opened its doors and revealed its unique charisma of a lustrous and prestigious past. The 30 charming ancient houses around the main dwelling, which have been all restored, overlook the delicious Mediterranean garden and envelop the guests in an atmosphere full of charm and romanticism.

All the charm of the past splendor, combined with the traditional hospitality of the Island, is the basic elements that have allowed us to realize prestigious events: meetings, conventions, private parties, theme events, presentations and elegant gala dinners up to 500 pax.  Equipped with a high-quality internal catering, which has the honor to offer its guests the products of the land feud San Marco.

INFO »

Cantine Cottanera

Etna itself flows in the lymph of the Cottanera vineyards. With its pioneer viticulture, Cottanera is one of the most extraordinary companies in Italian and international enology today. The vineyards grow over lava stone, 700 mts above the sea, on the northern slope of the volcano, rising and twisting with air of the volcano, becoming the mirror of a unique, precious territory, a fascinating, suggestive land.

Ease and tradition lie at the heart of hospitality at Cottanera. Tours of the vineyard and winery, and tastings, often in the company of the owners themselves are held.  All information about the company and lands are available in both Italian and English.

The catering is personally looked after by Maddalena Cambria, who, with the assistance of some company staff, prepares a rich selection of tasty, ancient dishes taken from traditional lore, accompanied by three of the company’s wines.

INFO »

Il Borgo degli Angeli

The Borgo degli Angeli is an ancient poetic and evocative building, immersed in the magic green of the vineyards of Sicily, between the provinces of Palermo and Trapani along the road that connects Partinico to Alcamo. A location for a wedding with style, where the perfect combination of art, history, elegance and modernity are cleverly combined. A small street with ancient flagstones pebbles and separates the structure of the ancient farmhouse with warehouses once used for the storage of wine and the old mill where it was crushed oil. These old houses, thanks to a careful restoration work, are now nine elegant and comfortable apartments furnished in a rustic-chic style, a mix of conservation of the past mixed with modern features.

INFO »

Ibla Buskers, oltre 35.000 presenze per la manifestazione ragusana

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Oltre 35.000 presenze a Ragusa Ibla per il Festival degli Artisti di Strada, tenutosi dal 2 al 5 Ottobre. L’Ibla Buskers – questo il nome della manifestazione ragusana giunta alla sua ventesima edizione – non ha superato il record di 50.000 presenze registrato lo scorso anno a causa delle condizioni meteorologiche avverse. L’organizzazione si dichiara ugualmente soddisfatta del risultato raggiunto: in 20 anni Ibla Buskers ha portato ben 600 differenti artisti sul territorio, in rappresentanza di 56 nazioni differenti, e anche quest’anno gli spettatori hanno seguito dal vivo le performance artistiche e acrobatiche di oltre 18 compagnie. Vicoli, palazzi, antiche strade di Ibla si sono animati grazie ai colori e i bagliori delle suggestive evoluzioni artistiche.

La manifestazione si riconferma tra i principali eventi folkloristici siciliani, in grado di attrarre escursionisti ma anche turisti desiderosi di lasciarsi avvolgere in un’atmosfera goliardica, incastonata nella splendida cornice barocca della location iblea. Al passo con i tempi 2.0, per la prima volta l’evento si è munito di strumenti social e digital: è stata adoperata, infatti, un’applicazione turistica scaricabile gratuitamente su www.inragusa.com o sugli store ITunes e Google Play. Durante i giorni del festival l’app InRagusa è divenuta l’app ufficiale dell’evento, fornendo programma della manifestazione e mappa geolocalizzata per lasciarsi guidare tramite il proprio smartphone nei luoghi palcoscenico dello spettacolo.

Non solo mobile. Il Festival ha avuto un importante bacino di utenza anche sui social: l’hashtag #iblabuskers ha fatto capolino nelle timeline Facebook, Twitter, Instagram e Youtube. Oltre 150 mila interazionei sulla fanpage ufficiale su Facebook, con centinaia di condivisioni di immagini dell’edizione da poco conclusasi. Segno tangibile che gli eventi oggi viaggiano sempre più sul web e che la promozione ex ante ed ex post di un evento non può non parlare il linguaggio digitale.

 

 

 

Oltre 35.000 presenze a Ragusa Ibla per il Festival degli Artisti di Strada, tenutosi dal 2 al 5 Ottobre. L’Ibla Buskers – questo il nome della manifestazione ragusana giunta alla sua ventesima edizione – non ha superato il record di 50.000 presenze registrato lo scorso anno a causa delle condizioni meteorologiche avverse. L’organizzazione si dichiara ugualmente soddisfatta del risultato raggiunto: in 20 anni Ibla Buskers ha portato ben 600 differenti artisti sul territorio, in rappresentanza di 56 nazioni differenti, e anche quest’anno gli spettatori hanno seguito dal vivo le performance artistiche e acrobatiche di oltre 18 compagnie. Vicoli, palazzi, antiche strade di Ibla si sono animati grazie ai colori e i bagliori delle suggestive evoluzioni artistiche.

La manifestazione si riconferma tra i principali eventi folkloristici siciliani, in grado di attrarre escursionisti ma anche turisti desiderosi di lasciarsi avvolgere in un’atmosfera goliardica, incastonata nella splendida cornice barocca della location iblea. Al passo con i tempi 2.0, per la prima volta l’evento si è munito di strumenti social e digital: è stata adoperata, infatti, un’applicazione turistica scaricabile gratuitamente su www.inragusa.com o sugli store ITunes e Google Play. Durante i giorni del festival l’app InRagusa è divenuta l’app ufficiale dell’evento, fornendo programma della manifestazione e mappa geolocalizzata per lasciarsi guidare tramite il proprio smartphone nei luoghi palcoscenico dello spettacolo.

Non solo mobile. Il Festival ha avuto un importante bacino di utenza anche sui social: l’hashtag #iblabuskers ha fatto capolino nelle timeline Facebook, Twitter, Instagram e Youtube. Oltre 150 mila interazionei sulla fanpage ufficiale su Facebook, con centinaia di condivisioni di immagini dell’edizione da poco conclusasi. Segno tangibile che gli eventi oggi viaggiano sempre più sul web e che la promozione ex ante ed ex post di un evento non può non parlare il linguaggio digitale.

 

 

 

 

At vero eos et accusamus et iusto odio dignissimos ducimus qui blanditiis praesentium voluptatum deleniti atque corrupti quos dolores et quas molestias excepturi sint occaecati cupiditate non provident, similique sunt in culpa qui officia deserunt mollitia animi, id est laborum et dolorum fuga. Et harum quidem rerum facilis est et expedita distinctio. Nam libero tempore, cum soluta nobis est eligendi optio cumque nihil impedit quo minus id quod maxime placeat facere possimus, omnis voluptas assumenda est, omnis dolor repellendus. Temporibus autem quibusdam et aut officiis debitis aut rerum necessitatibus saepe eveniet ut et voluptates repudiandae sint et molestiae non recusandae. Itaque earum rerum hic tenetur a sapiente delectus, ut aut reiciendis voluptatibus maiores alias consequatur aut perferendis doloribus asperiores repellat.

INFO »

Trend in crescita per le vendite del congressuale: ecco il ‘nuovo’ GHS a Palermo

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Palermo si candida a diventare la meta privilegiata dai congressisti e dagli organizzatori di eventi. Il GHS Congress Centre – uno dei più grandi centri congressuali della Sicilia Occidentale, ubicato all’interno dell’Astoria Palace Hotel di Palermo – diffonde dati confortanti circa il fatturato del comparto congressuale: a titolo di esempio nel mese di luglio si è registrato un incremento di oltre il 40% rispetto all’anno precedente. Il dato – risultato dell’analisi commerciale curata dal Gruppo GHS – è lusinghiero per una struttura congressuale che vanta tra i suoi punti di forza la funzionalità e la modularità degli spazi, ma soprattutto l’efficienza, la professionalità e la disponibilità dello staff.

Un elenco di successi ottenuti dal GHS Congress Centre tra Gennaio e Maggio 2014: Telefisco 2014, il Gran Galà della Moda e il Convegno dell’Ordine degli Assistenti Sociali. Circa 2000 i partecipanti complessivamente ospitati negli hotel del Gruppo, l’Astoria Palace Hotel, l’Hotel Garibaldi, e l’Hotel Vecchio Borgo.

Il centro congressuale si avvale di otto sale modulari per oltre 1000 posti a sedere; 400 camere distribuite sulle tre strutture del Gruppo GHS; una location strategica nelle connessioni con le principali arterie stradali e autostradali: queste tra le determinanti nella scelta della realtà congressuale palermitana.

Il Centro ha ospitato nell’agenda di settembre il  Secondo Congresso Nazionale dell’Area di Patologia e Diagnostica di Laboratorio dell’ Associazione Italiana di Patologia Clinica e Medicina Molecolare (AIPaCMeM) e della Società Italiana di Patologia e Medicina Traslazionale (SIPMeT), che ha accolto oltre 350 partecipanti. Nel corrente mese di Ottobre, spazio al meeting del Gruppo di Meditazione di Palermo della Self-Realization Fellowship, con la partecipazione di 500 delegati.

Il restyling del Centro Congressi e dei principali piani e il rinnovamento del brand  – con l’imminente pubblicazione del nuovo sito web – giungono in tempo per quella che si aspetta essere una stagione foriera di ottimi risultati per un settore siciliano – il congressuale – in crescita.Palermo si candida a diventare la meta privilegiata dai congressisti e dagli organizzatori di eventi. Il GHS Congress Centre – uno dei più grandi centri congressuali della Sicilia Occidentale, ubicato all’interno dell’Astoria Palace Hotel di Palermo – diffonde dati confortanti circa il fatturato del comparto congressuale: a titolo di esempio nel mese di luglio si è registrato un incremento di oltre il 40% rispetto all’anno precedente. Il dato – risultato dell’analisi commerciale curata dal Gruppo GHS – è lusinghiero per una struttura congressuale che vanta tra i suoi punti di forza la funzionalità e la modularità degli spazi, ma soprattutto l’efficienza, la professionalità e la disponibilità dello staff.

Un elenco di successi ottenuti dal GHS Congress Centre tra Gennaio e Maggio 2014: Telefisco 2014, il Gran Galà della Moda e il Convegno dell’Ordine degli Assistenti Sociali. Circa 2000 i partecipanti complessivamente ospitati negli hotel del Gruppo, l’Astoria Palace Hotel, l’Hotel Garibaldi, e l’Hotel Vecchio Borgo.

Il centro congressuale si avvale di otto sale modulari per oltre 1000 posti a sedere; 400 camere distribuite sulle tre strutture del Gruppo GHS; una location strategica nelle connessioni con le principali arterie stradali e autostradali: queste tra le determinanti nella scelta della realtà congressuale palermitana.

Il Centro ha ospitato nell’agenda di settembre il  Secondo Congresso Nazionale dell’Area di Patologia e Diagnostica di Laboratorio dell’ Associazione Italiana di Patologia Clinica e Medicina Molecolare (AIPaCMeM) e della Società Italiana di Patologia e Medicina Traslazionale (SIPMeT), che ha accolto oltre 350 partecipanti. Nel corrente mese di Ottobre, spazio al meeting del Gruppo di Meditazione di Palermo della Self-Realization Fellowship, con la partecipazione di 500 delegati.

Il restyling del Centro Congressi e dei principali piani e il rinnovamento del brand  – con l’imminente pubblicazione del nuovo sito web – giungono in tempo per quella che si aspetta essere una stagione foriera di ottimi risultati per un settore siciliano – il congressuale – in crescita.

INFO »

Sicilia in viaggio per tre mesi tra fiere ed happy hour. Ecco dove incontrarci

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Una fitta agenda di incontri attende il Sicilia Convention Bureau. A partire dal mese di Ottobre, il Convention Bureau siciliano porterà la Sicilia in giro per l’Italia e all’estero per incontrare buyer e aziende interessate a valutare la Sicilia come prossima meta per un evento.

SCB si destreggerà a passo svelto tra appuntamenti fieristici e le nuove tappe del roadshow del Sicily Happy Hour, che – dopo gli incontri di Milano, Torino e Roma – inebrierà dei profumi siciliani le città di Bologna (8 ottobre 2014) e Firenze (10 Novembre 2014). Ancora, per la prima volta SCB proporrà il suo roadshow oltre confine, colorando di Sicilia la grigia Londra (3 Novembre 2014) e inaugurando la serie di appuntamenti che vedranno protagonista la Sicilia nelle principali capitali europee.

Non solo happy hour. SCB sarà in fiera a TTI a Rimini (9-11 Ottobre 2014) per poi partire per Londra, dove il Convention Bureau sarà presente all’appuntamento con WTM (3-6 Novembre 2014).

Un novembre caldo vedrà Sicilia Convention Bureau continuare la sua corsa prima a Firenze per la BTC (11-12 Novembre 2014), poi a Rotterdam per la SITE Global Conference (14-17 Novembre 2014), per proseguire a Barcellona, con l’immancabile EIBTM (18-20 Novembre 2014).
Rientro in Italia per chiudere il cerchio del ricco programma di incontri con una full immersion nel mondo del turismo 2.0 alla BTO di Firenze (2-3 Dicembre 2014).

Tanti momenti tra convivialità e business per conoscere meglio la destinazione Sicilia e il ventaglio di risorse che ha da offrire per organizzare un evento esclusivo nel cuore del Mediterraneo.
Impossibile mancare. 

Una fitta agenda di incontri attende il Sicilia Convention Bureau. A partire dal mese di Ottobre, il Convention Bureau siciliano porterà la Sicilia in giro per l’Italia e all’estero per incontrare buyer e aziende interessate a valutare la Sicilia come prossima meta per un evento.

SCB si destreggerà a passo svelto tra appuntamenti fieristici e le nuove tappe del roadshow del Sicily Happy Hour, che – dopo gli incontri di Milano, Torino e Roma – inebrierà dei profumi siciliani le città di Bologna (8 ottobre 2014) e Firenze (10 Novembre 2014). Ancora, per la prima volta SCB proporrà il suo roadshow oltre confine, colorando di Sicilia la grigia Londra (3 Novembre 2014) e inaugurando la serie di appuntamenti che vedranno protagonista la Sicilia nelle principali capitali europee.

Non solo happy hour. SCB sarà in fiera a TTI a Rimini (9-11 Ottobre 2014) per poi partire per Londra, dove il Convention Bureau sarà presente all’appuntamento con WTM (3-6 Novembre 2014).

Un novembre caldo vedrà Sicilia Convention Bureau continuare la sua corsa prima a Firenze per la BTC (11-12 Novembre 2014), poi a Rotterdam per la SITE Global Conference (14-17 Novembre 2014), per proseguire a Barcellona, con l’immancabile EIBTM (18-20 Novembre 2014).
Rientro in Italia per chiudere il cerchio del ricco programma di incontri con una full immersion nel mondo del turismo 2.0 alla BTO di Firenze (2-3 Dicembre 2014).

Tanti momenti tra convivialità e business per conoscere meglio la destinazione Sicilia e il ventaglio di risorse che ha da offrire per organizzare un evento esclusivo nel cuore del Mediterraneo.
Impossibile mancare.

INFO »